Le donne protagoniste alla Fornace

Marzo, alla Fornace Alba Docilia di Albissola Marina, è donna. Una mostra, ‘Quando la ceramica è donna’, e due serate speciali saranno l’omaggio dedicato dall’associazione ‘La Fornace’ al mondo femminile che lavora la ceramica all’interno delle botteghe artigiane albisolesi. Una tradizione consolidata, declinata attraverso più ruoli: ci sono imprenditrici, lavoratrici dipendenti e  collaboratrici, che hanno una parte importante, spesso decisiva, nella vita e nell’operatività delle singole fabbriche.

Venerdì 3 marzo è stata inaugurata ‘Quando la ceramica è donna’; le espositrici sono 13: Anna Maria Pacetti e Alida Sini (Studio Ernan design), Angela De Matteis e Monica Viglietti (Ceramiche Viglietti), Silvana Priametto e Luisa Delfino (Ceramiche San Giorgio), Clara Biagi (Ceramiche Pierluca), Michelle Bernat (Mi-Art), Graziella Rigamonti (Tecne 2 Luci), Maria Gaggero, Maria Luisa Vrani e Lea Gobbi (Ceramiche Gaggero), Loredana Casagrande (Ceramiche Soravia). La mostra resterà in cartellone per circa un mese e mezzo, fino a lunedì 17 aprile, giorno di Pasquetta, in cui è prevista un’apertura straordinaria. Dopo il vernissage, la Fornace sarà aperta al  giovedì pomeriggio (16-18), al sabato e alla domenica mattino e pomeriggio (10-12 e 16-18). Uno spazio della Fornace è dedicato alla mostra permanente ‘Macachi – Il presepe di Albisola’. E da venerdì 3 marzo è aperto il bookshop, con libri, ceramiche statuine del presepe e gadget riguardanti la Fornace e Albisola.

Martedì 7 marzo, alle ore 21, vigilia della ‘Festa della donna’, assieme a un mazzetto di mimosa, la Fornace Alba Docilia rende omaggio all’universo femminile con una serata speciale. Lo studioso Federico Marzinot parlerà di ‘Donna e ceramica ad Albisola’, illustrando, con immagini d’epoca e di prodotti di protagoniste, la secolare vicenda della presenza della donna nelle fabbriche ceramiche albisolesi. Qui, di volta in volta,  la donna é attiva quale titolare d’azienda o collaboratrice del coniuge proprietario della ditta, venditrice del prodotto, pittrice, stampatrice, addetta al ‘colaggio’ dell’argilla liquida nelle forme di gesso o ad altre mansioni, anche le più umili, come quella della raccoglitrice, nei boschi circostanti Albisola, della legna per la fornace. Uno spazio particolare del racconto verrà riservato alla ‘figurinaia’, donna del popolo, autrice delle variopinte statuine in terracotta del presepe albisolese, i cosiddetti  ‘macachi’. Un’altra serata dedicata alla donna è in programma venerdì 24 marzo e avrà come protagonista Silvana Priametto.

Comments are closed.